Tragico incidente: auto contro muro, muore un giovane

ambulanza
11 gennaio 2019, 07:36
1923
Condividi

IN AGGIORNAMENTO 21 GENNAIO ORE 19.03

La salma del giovane Eugenio è stata restituita ai familiari per l'ultimo saluto. Domani pomeriggio, alle ore 14.30, la cerimonia per ricordare un Angelo.

11 GENNAIO ORE 7.36

Tragedia a Campoli Monte Taburno nella tarda serata di ieri.

Un giovane, per cause ancora in corso di accertamento, alla guida della Fiat Punto ha perso il controllo dell’auto in una curva, finendo contro un muro.

Un urto violentissimo che ha divelto anche la tubazione  del metano.

Purtroppo per il passeggero, suo amico, non c’è stato nulla da fare. Eugenio Caserta, residente a Tocco Caudio è deceduto, a soli 23 anni, durante il trasporto in ambulanza.

L’altro giovane, residente nel paese sannita, che era alla guida dell’utilitaria ha riportato lievi ferite ed è attualmente ricoverato al Fatebenefratelli.

Sul posto i carabinieri del comando compagnia di Montesarchio e i militari della stazione di Cautano per ricostruire l'esatta dinamica del drammatico episodio.

IN AGGIORNAMENTO

Il conducente, un barista del posto, potrebbe rispondere di omicidio stradale.

ORE 10.11 - ARRESTATO IL GIOVANE CONDUCENTE

IL DETTAGLIO 

Ieri sera intorno alle 23.00 sulla via provinciale Vitulanese, un’autovettura Fiat Punto con a bordo due persone, per cause ancora da accertare da parte dei carabinieri dell’aliquota radiomobile della compagnia di Montesarchio e della stazione carabinieri di Cautano immediatamente intervenuti sul posto, mentre percorreva l’arteria stradale, è uscita fuori strada, sbattendo contro il muro di recinzione di un’abitazione danneggiando il muro e  la conduttura del gas metano.

I militari intervenuti hanno provveduto immediatamente ad allertare i soccorsi per entrambi i giovani originari di Tocco Caudio e il passeggero, di 23 anni, è stato trasportato con l'ambulanza presso l’ospedale civile “G. Rummo” di Benevento, ma è deceduto a causa delle ferite riportate.

I carabinieri operanti hanno proceduto ad eseguire i rilievi foto-planimetrici del sinistro stradale che non ha visto coinvolti altri veicoli e hanno appurato che il fondo stradale era asciutto e privo di ghiaccio. 

Successivamente, a seguito di verifiche effettuate a carico del conducente di 18 anni finalizzate alla verifica del tasso alcolemico nonché alle condizioni di eventuale alterazione psico-fisica da assunzione di sostanza stupefacente o psicotrope, è stata riscontrata la positività in entrambi gli accertamenti e pertanto è stato arrestato.

E’ in regime di detenzione domiciliare per il reato omicidio stradale.

L’autovettura è stata sottoposta a sequestro e messa a disposizione dell’autorità giudiziaria. 

16 gennaio ore 7.00: AUTOPSIA FISSATA PER LUNEDI' POMERIGGIO

Dal 10 gennaio la vita dei genitori di Eugenio Caserta è stata stravolta. Si sono trovati all’improvviso senza il loro caro figlio a causa dell'incidente a Campoli del Monte Taburno che non ha dato scampo al giovane di soli 23 anni.

Eugenio aveva sogni e speranze come tutti i giovani sani, tanti progetti il futuro infranti dall'atroce destino che lo ha strappato all'amore dei suoi cari.

Lunedì alle ore 14 l’autopsia sul corpo di Eugenio – sarà eseguita dal medico Pianese – per stabilire l'esatta causa del decesso.

Intanto il 18enne - amico di Eugenio, disperato per quanto avvenuto -  ai domiciliari accusato di omicidio stradale,  è stato rimesso in libertà al termine dell’udienza di convalida.

(di Teresa Lombardo )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO