Basket, la Scandone batte la Dinamo Sassari

basket
20 marzo 2017, 13:03
253
Condividi
L’anticipo del sabato sera porta bene alla Scandone Sidigas Avellino, che batte in casa la Dinamo Sassari. Un trionfo avvalorato anche dal rientro in campo di Marco Cusin dopo un brutto infortunio alla mano destra che ha tenuto il centro irpino lontano dal parquet per circa due mesi. Nonostante Joe Ragland continui ad accusare il dolore alla spalla, le sensazioni cominciano ad essere finalmente positive. Non potrebbe essere altrimenti visto che pur guardando alla sola prestazione di sabato, i si accorge che la squadra ha allungato su Sassari in classifica, con il doppio vantaggio negli scontri diretti. Un importante fattore, questo, se è vero come è vero che quella sarda è probabilmente una delle squadre attualmente più in forma del campionato. Avellino sabato sera ha disputato un’ottima gara, nella quale sono stati protagonisti soprattutto gli esterni e i lunghi. Segnali importanti, ed anzi, risposte importanti sono arrivate anche dalla difesa, dopo che Sacripanti aveva chiesto ai suoi di ritornare ad essere efficaci proprio in retroguardia, come all’inizio del campionato. messaggio evidentemente arrivato ai suoi, che hanno concesso a Sassari solo 65 punti. Il lavoro dell’allenatore biancoverde dovrà ora spostarsi sul raccordo tra attacco e difesa, parso, soprattutto nel secondo quarto, ancora poco fluido, come detto, il dato più lieto della giornata, oltre alla vittoria, come ovvio, è il rientro anticipato di Cusin. Per lui si era detto che se ne sarebbe parlato solo tra una settimana, ed invece il lungo è riuscito ad abbreviare il recupero e mettere minuti nelle gambe. A fare da contrappeso a questa bella notizia c’è l’indisponibilità di Ragland, ancora alle prese con le noie alla spalla. Un campionato che è stato caratterizzato, subito dopo l’inizio del girone di ritorno, proprio da questo infortunio, che sembra stia dando più problemi del previsto al giocatore che ovviamente dovrà essere pienamente recuperato per i playoff.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO