Basket, la Sidigas crolla a Bologna: 88-66

basket
04 febbraio 2019, 14:08
174
Condividi
Basket. La Sidigas Avellino crolla contro Bologna. 88 a 66 il risultato finale di una partita praticamente persa nel secondo quarto. Pesano ancora le scarse condizioni fisiche dei giocatori e l’assenza di Nichols, ma è ormai necessario imprimere una svolta. Domani impegno in Champions decisivo per la qualificazione.
Non si sblocca la Sidigas Avellino, che esce sconfitta dal PalaDozza contro la Virtus Bologna per 88-66. Non bastano ai biancoverdi le buone prestazioni offensive di Sykes e Filloy, rispettivamente a quota 25 e 18 punti a referto. Ennesimo risultato negativo, che chiaramente non soddisfa e di fatto sembra avere definitivamente cancellato le sensazioni positive che si erano avute immediatamente dopo la svolta che aveva portato a collezionare una serie di risultati positivi consecutivi da parte della squadra biancoverde. Di fatto può dirsi che la partita sia stata persa nel secondo periodo quando la Sidigas ha concesso a Bologna il parziale di 19-2: proprio nel secondo quarto Vucinic ha cercato di aumentare le rotazioni il più possibile, probabilmente perché consapevole dell'importanza della prossima partita che attende la sua squadra tra poco più di ventiquattro ore a Ventspils. Una gara da dentro o fuori, per cui l’allenatore biancoverde ha dovuto ruotare il più possibile gli uomini a sua disposizione. Inevitabilmente però la squadra ha pagato il prezzo di questa scelta, giustificabile solo nell’ottica dell’importanza del prossimo impegno. Male la panchina, che ieri pomeriggio ha prodotto solo 2 punti. Risulta evidente che è necessario, anche vista l’emergenza continua in cui versa la squadra sul fronte infermeria, che chi parte dalla panca dia più contributo. In particolare Ndiaye sembra ancora lontano dal recuperare la forma dopo lo stop causato dall'infortunio e non è un segreto che l'assenza di Nichols pesa, ma un giocatore assente non può essere una scusa e non può essere il motivo di una sconfitta del genere. La speranza è che Avellino ritorni ad essere una squadra il prima possibile perché dietro l’angolo ci sono obiettivi importanti, sia per quanto riguarda la Champions che le Final Eight.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO