Basket, la Sidigas perde a Bologna

22 ottobre 2018, 15:10
262
Condividi
Basket. La Sidigas Avellino cede in casa a bologna e si stacca già dalla vetta della classifica. Secondo ko consecutivo in campionato per la formazione di Vucinic, che ieri ha ceduto nel finale, dopo una gara equilibrata. Da registrare la difesa. Soddisfazione per Sacripanti, che ieri è tornato ad Avellino da ex.
L'esordio stagionale al PalaDelMauro non è andato come si sperava per i biancoverdi e, al termine dei 40' di gioco, la Virtus Bologna ha la meglio per 90-96. Una partita che conferma le carenze della squadra di Vucinic in fase difensiva, ma che ha messo in evidenza le qualità dei singoli, che devono trovare ora completamento nella migliore amalgama di squadra. Sugli scudi ieri Costello, che ha realizzato venti punti personali, mentre è apparso un po’ sottotono Caleb Green, e non solo per i quindici punti realizzati, ma anche e soprattutto perché a tratti è sembrato un po’ avulso dal gioco biancoverde. Solito score alto per Cole, che ha messo a segno 23 punti. In evidenza nei soli quattro minuti giocati Spizzichini, che ha anche iscritto il suo nome a referto con la realizzazione di due punti personali. Poco impiegato Ndiaye, solo otto minuti per lui. La gara di ieri ha vissuto l’emozionante prologo del saluto del pala del Mauro a coach Sacripanti, che ha fatto ritorno ad Avellino per la prima volta da avversario, togliendosi la soddisfazione di strappare un successo importantissimo in uno scontro diretto contro una delle squadre che sicuramente sarà tra le concorrenti ad un posto in zona playoff. Alla fine nel match di ieri l’ha spuntata la squadra che ha avuto maggiori energie mentali. Partita giocata tutta sulla sostanziale parità. Fin dal primo strappo iniziale di Bologna, si era compreso che al primo errore le squadre sarebbero state punite. La difficoltà iniziale di andare a canestro per Avellino, veniva superata grazie a Cole, che decideva di mettersi in proprio e far rientrare immediatamente in partita Avellino. Da lì era un continuo elastico tra le due squadre, che dopo il primo quarto chiuso sul 25 a 26, andavano al riposo sul 46 a 48. L’equilibrio si manteneva fino ad un importante strappo dei padroni di casa che nel terzo quarto riuscivano a chiudere in vantaggio sul 70 a 66. Sembrava fatta ed invece nell’ultima frazione qualcosa in difesa non funzionava a dovere, e Bologna realizzava il miglior parziale con un 30 a 20 mortifero. Il match si chiudeva sul 90 a 96. Campanello di allarma al secondo ko consecutivo. Vucinic deve comprendere come porre rimedio alle disattenzioni della squadra e farlo subito.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO