Basket, la Sidigas vince a Sassari e conquista la testa della classifica

03 gennaio 2018, 11:36
266
Condividi
Basket. La Sidigas Scandone Avellino si aggiudica il primo match dell’anno nuovo, battendo in trasferta Sassari dopo un tempo supplementare. La squadra di Sacripanti dopo aver sprecato la palla del match alla fine dell’ultimo quarto, ha saputo gestire l’over time, conquistando così il primo posto in classifica.
Inizia nella maniera migliore il 2018 della Sidigas Scandone Avellino, che batte in trasferta il Banco di Sardegna Sassari per 88-95 dopo un tempo supplementare, agganciando così Brescia e Milano in testa alla classifica. Gli uomini di Pino Sacripanti giocano una partita di grande spessore conducendo per la maggior parte del match e, anche quando i padroni di casa tentano la fuga, Rich e compagni non si perdono d’animo e riportano il match sui binari giusti chiudendo la gara all’overtime. Ottima la prova del solito Jason Rich, autore di 33 punti con 4/6 da tre e Fitipaldo, con 18 punti a referto. È stata una bella partita dal punto di vista emotivo e cestistico con il pubblico di Sassari che al termine del match si è congratulato con Sacripanti e con la squadra. Per quanto riguarda la partita, Avellino aveva acquisito un buon vantaggio sugli avversari, salvo poi rischiare un suicidio con tante palle perse nel terzo quarto, che hanno permesso a Sassari di prendere un bel vantaggio. Per fortuna i biancoverdi sono riusciti a rientrare bene e addirittura è stata la squadra di Sacripanti ad avere la palla decisiva del match, con l’arresto e tiro di Jason Rich, una sua caratteristica: sfortunatamente il pallone non è entrato ma i giocatori irpini sono stati abili nel rimanere concentrati e nell’avere la giusta voglia di vincere la gara. Sacripanti si è detto contento della squadra perché per la prima volta dall’inizio della stagione sono stati impiegati tutti e 10 i giocatori: non sarà facile per l’allenatore gestirli da questo momento in poi ma è ovviamente un’arma in più assai importante per la squadra biancoverde e per il suo allenatore. Che inizia l’anno, con il resto di squadra e dirigenza, davvero nel migliore dei modi. Non solo una vittoria, ma anche la testa della classifica. Meglio di così non si poteva.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO