Basket, la Sidigas vola in Francia: c'è la seconda gara di Champions

basket
18 ottobre 2017, 14:18
159
Condividi
Basket. La Sidigas Avellino di nuovo in campo per la seconda gara di Champions League. Si gioca di nuovo in trasferta, stavolta in Francia, per cercare di piazzare il secondo colpo dopo quello in Turchia. La parola d’ordine è mantenere alta l’intensità ed essere costanti nell’arco dei quaranta minuti.
La Sidigas Avellino è pronta ad affrontare la seconda sfida di Champions League ancora una volta in trasferta. Questa sera i biancoverdi sono di scena a Parigi, a Nanterre. La palla a due è prevista alle 20.30 presso il Maurice Thorez. Ai lupi, dunque, tocca un’altra trasferta su un campo difficile contro un avversario che ha cambiato qualcosa rispetto allo scorso anno. Una squadra difficile da affrontare e che ha molta qualità sul perimetro. Nanterre fa di Schaffartzik, Invernizzi e Passave i suoi giocatori cardine ed ha inserito elementi come Moore e Shuler, capaci di inventare e creare dal palleggio. È una squadra che possiede tanto talento nelle mani e ottimi tiratori da tre, che sta facendo bene in campionato ed è partita forte anche in Coppa, con la vittoria a Nymburk giocando bene e sempre avanti. Nell’analisi pre-gara di Max Oldoini spicca l’esigenza per la Sidigas di scendere in campo giocando con la giusta determinazione ed essere concentrati per tutto l’arco dei 40 minuti. Come evidenziato dall’ultima gara di campionato contro Torino, la squadra sta lavorando molto sull’aspetto difensivo, cercando di essere più aggressiva su ogni passaggio e più attenta sui blocchi. Gli elementi positivi fanno ancora il paio con alcune fasi calanti, così che la squadra evidenzia ancora quelli che proprio Oldoini chiama ‘up e down’, ma si sta cercando di limare questa falla nei pochi allenamenti disposizione tra una gara e l’altra. Certamente ci si aspetta per questa sera una gara più intensa. Per vincere a Nanterre bisogna far bene per 40 minuti. Magari partendo dalla consapevolezza acquisita nella seconda parte del match giocato in Turchia, e mettendoci la stessa grinta.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO