Basket, Scandone travolge Capo d'Orlando / INTERVISTE

28 dicembre 2016, 13:30
346
Condividi
I biancoverdi battono Capo d’Orlando con il punteggio di 94-65. Gli uomini di Sacripanti offrono una prova convincente su tutti e due lati del campo, disputando una delle migliori partite casalinghe. Protagonisti di giornata Thomas con 24 punti, Ragland autore di 20 punti ed 8 assist e Green che va a referto con 15 punti e 9 assist. La Sidigas Avellino con i due punti conquistati ieri si assicura matematicamente l’accesso alle Final Eight e allunga il passo in classifica sulla Betaland Capo d’Orlando, ora a quattro lunghezze. La contemporanea sconfitta di Milano a Reggio Emilia, se da un lato mantiene invariata la distanza dagli emiliani, serve ad accorciare comunque la distanza dal primo posto. Due punti importanti, dunque, determinati in parte anche dall’assenza del playmaker titolare dell’Orlandina. La mancanza di Fitipaldo ha inciso negativamente nei giochi avversari, anche se questo dato, ovviamente, non toglie nulla ai meriti della Sidigas. La squadra biancoverde ha aggredito bene la palla negando agli avversari ogni iniziativa offensiva, mettendogli pressione. Controllato benissimo Diener ed evitati i tiri dalla lunga distanza degli avversari. Incredibile la percentuale di 6/7 da tre nel primo quarto che ha aiutato molto la squadra irpina a prendere il largo. Durante la settimana i due centri della Sidigas, Cusin e Fesenko, si erano allenati poco a causa di alcuni problemi fisici, ma il loro apporto è stato comunque  fondamentale in ogni fase dell’incontro. Nel finale di partita, spazio anche ai giocatori solitamente meno impiegati, con Parlato che ancora una volta ha ricevuto l’ovazione del Pala del Mauro, mettendo a segno la tripla che ha chiuso i conti.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO