Basket, Virtus Ariano batte Salerno nei quarti della Coppa Campania

basket
20 febbraio 2018, 16:42
313
Condividi
Basket. La Virtus Ariano batte la Ruggi Salerno nei quarti di finale della Coppa Campania. Risultato a sorpresa e che va contro ogni pronostico, ma che evidenzia la crescita della squadra e delle giocatrici più giovani, che hanno rimpiazzato le assenti. Ora si guarda con maggiore ottimismo al prossimo futuro.
A dispetto delle assenze e di un pronostico non favorevole, la Virtus Ariano ha conquistato il passaggio del turno nella coppa Campania. Superata la Ruggi Salerno con il risultato di 66 a 61. Una vittoria importante anche perché, come si diceva, nata dall’emergenza assenze. Necessario l’apporto dell’under 16 per dare man forte al quintetto che ha praticamente disputato quasi l’intera partita, e formato da Cossa, Ndiaye, Buglione, Ilaria e Benedetta Cifaldi. In panchina D’Agostino, Pastore e Laterza, quest’ultima anche impiegata per qualche scampolo di partita per far rifiatare le compagne. Una squadra in crescita quella arianese, che ha battuto ogni previsione, con una gara che è stata giocata con un grande equilibrio, ma che non ha mai visto in pericolo il risultato finale. Il primo quarto è stato l’unico concluso in parità, con il punteggio di 17 a 17. Poi dal secondo quarto la squadra arianese ha spiccato il volo, andando al riposo sul 32 a 29. Vantaggio esiguo, ma che la formazione di Paparo riusciva ad incrementare nel terzo quarto, inchiodando un parziale importante e facendo segnare sul tabellone del palasport di Battipaglia il punteggio di 49 a 41. Ada questo momento in avanti la partita entrava in controllo, e nonostante il parziale di 20 a 17 per Salerno, il risultato veniva portato a casa con il punteggio di 61 a 66. Vittoria che potremmo definire storica per l’Ariano, visto che si tratta del primo successo ottenuto in una gara ufficiale in questa stagione. E paradossalmente è arrivato proprio nel momento di maggiore emergenza per l’allenatrice, che saluta con soddisfazione i 36 punti personali di Cossa, un vero record, cui hanno fatto da spalla i 10 punti di Buglione, gli 8 di Ndiaye, i sette di Benedetta Cifaldi, e i 5 di Ilaria Cifaldi. In attesa della fase ad orologio un segnale importante che lascia ben sperare per il futuro.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO