Caos Universiadi: nussun rinvio. Ancora dubbi sul villaggio per gli atleti

05 luglio 2018, 13:55
228
Condividi
Universiadi Napoli 2019. Sembra scartata l’opzione rinvio di un anno per la manifestazione internazionale. Il nodo resta il villaggio atleti, due le opzioni vagliate dalla Cabina di Regia a Roma, navi da Crociera o Mostra d’Oltremare. Intanto la Federazione Internazionale degli Sport Universitari impunta i piedi: “Su numero atleti e date decidiamo noi”.
Universiadi 2019. Sembra scartata l’ipotesi del rinvio per la manifestazione internazionale che dovrebbe svolgersi a Napoli il prossimo anno. Il condizionale è d’obbligo dato la serie di problemi che la cabina di regia sta riscontrando nell’organizzazione dell’evento. Il nodo cruciale resta il villaggio atleti: dove posizionarlo e con quali modalità. La prima opzione erano le navi da crociera, ancorate nel porto di Napoli e che avrebbero ospitato le migliaia di atleti. Al Coni l’idea non era piaciuta e quindi si era passati all’opzione numero due: casette prefabbricate alla Mostra d’Oltremare, una sistemazione che però aveva riscontrato il parere negativo del governatore della Campania, Vincenzo De Luca. Il numero uno di palazzo Santa Lucia aveva così apostrofato il tutto: “Siamo contro la devastazione della mostra d’oltremare, non permetteremo che diventi un campo rom”. Durante l’ultimo meeting della cabina di regia, a Roma, dove ha partecipato anche il Vice Premier Luigi Di Maio, si è provato quindi a far chiarezza: la FISU, Federazione Internazionale degli Sport Universitari ha impuntato i piedi e rigettato sia la proposta di diminuire gli atleti partecipanti, ne erano stati chiesti 1000 in meno per agevolare la sistemazione del villaggio olimpico, sia il rinvio al 2020 chiesto dal Presidente del Coni Giovanni Malagò e avallato da De Luca che aveva detto: “Rimandare l’evento di un anno non è una tragedia”. Sul villaggio atleti la cabina di regia pare invece aver deciso di riprendere l’opzione uno: “Si è deciso di puntare sulle navi da crociera – le parole di De Luca – se restano altri 2000 atleti da ospitare altrove, troviamo sicuramente 5mila metri quadrati di area asfaltata per fare questo piccolo villaggio”. Alla FISU adesso il compito di vagliare l’ipotesi navi da crociera, dopo aver già dato l’ok per la Mostra D’Oltremare. Il presidente delle autorità portuale, Pietro Spirito, ha parlato di progetti esecutivi già pronti e capaci di risolvere ogni problema. Soddisfatto del vertice romano il Sindaco del Capoluogo Partenopeo, Luigi De Magistris: “Le universiadi si devono fare, non ci sono problemi insuperabili”.
(di Vincenzina Ricciardi )

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO