Tre punti di penalizzazione per l’Avellino, Taccone prosciolto

12 aprile 2017, 13:52
265
Condividi
Arriva la sentenza del Tribunale Federale Nazionale - Sezione Disciplinare sul caso calcio scommesse. Tre punti di penalizzazione per l’Avellino, e 50.000 euro di ammenda, da scontarsi nel campionato in corso, mentre sono stati prosciolti da ogni accusa il presidente Taccone, Castaldo, Arini, Biancolino e Pisacane. Condannato a diciotto mesi di squalifica e cinquantamila euro di ammenda  Armando Izzo, mentre la condanna più pesante, a cinque anni di squalifica e cinquantamila euro di ammenda è toccata a Millesi e l’altro indagato Pini. Questi dunque gli esiti del processo sportivo a carico dell’Avellino, condannato a tre punti di penalizzazione, come si legge nella parte motiva del provvedimento, perché “dalla disamina delle singole posizioni discende la responsabilità oggettiva, ex art. 4, comma 2 e 7 comma 4 del CGS, della Società US Avellino 1912 Srl per le condotte poste in essere dai propri tesserati Millesi Francesco ed Izzo Armando”.Rigettata l'eccezione preliminare di improcedibilità del deferimento, che era stata invocata dall’avv. Eduardo Chiacchio. A sostegno di questa decisione è stato invocato un consolidato orientamento del Collegio di Garanzia del CONI a sezioni unite. Quanto alla posizione del presidente Taccone, il proscioglimento arriva perché, secondo il Tribunale Federale, la Procura Federale non ha fornito alcuna prova a sostegno delle asserzioni formulate dall’accusatore Pini, idonea a corroborare piú incisivamente il quadro accusatorio nei suoi confronti, non potendo, all'evidenza, essere sufficiente una tardiva e generica dichiarazione de relato in ordine ad accadimenti fattuali non riscontrati allo stato degli atti. Mancanza di riscontro oggettivo in ordine alla effettiva conoscenza degli illeciti alla base del proscioglimento di Arini, Biancolino, Castaldo e Pisacane. Non è escluso che si possa ora ricorrere in appello, per cercare di ridurre ulteriormente la penalizzazione dell’Avellino, ma l’entità della sanzione, a fronte della richiesta di sette punti da parte della Procura Federale, è già una grande vittoria per il club biancoverde.

ARTICOLI CORRELATI

SOCIAL: Condividi questo articolo

COMMENTA QUESTO ARTICOLO